Perchè noi Cristiani LGBT saremo al Toscana Pride di Firenze

Comunicato stampa del gruppo Kairos del 16 giugno 2016

Sabato 18 giugno 2016 per la prima volta il centro di Firenze sarà percorso del Toscana Pride, la colorata manifestazione che dà voce alle richieste di diritti di lesbiche, gay, bisessuali, trans (LGBT) a cui parteciperà anche Kairos,  il gruppo di cristiani gay, lesbiche e trans di Firenze per portare nel colorato Pride fiorentino la testimonianza positiva del cammino dei cristiani LGBT ed il racconto dell’accoglienza inclusiva di tante parrocchie fiorentine e dei preti e suore che li accompagnano.

Il gruppo Kairos in una lunga lettera, inviata a tutti i Vescovi delle Diocesi Toscane, scrive che “abbiamo deciso che era giunto, per noi, il momento di farci testimoni concreti del nostro cammino cristiano di misericordia, in una realtà (omosessuale) che spesso non ne ha avuta, affinché  “ogni donna e uomo abbiano la vita e l’abbiano in pienezza ed abbondanza” (cf. Gv 10, 10).

“Con la speranza che questo possa essere un momento iniziale di quell’ascolto e confronto reciproco necessario (nella chiesa) per costruire quella pastorale delle “periferie esistenziali”, tanto cara a papa Francesco, in cui “ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare «ogni marchio di ingiusta discriminazione»” (Catechismo della Chiesa Cattolica, 2358; cfr Relatio finalis Sinodo 2015, 76; Amoris Laetitia, 276).

Parole attualissime davanti alle terribili immagini della strage nella discoteca gay di Orlando (Stati Uniti), fatta in nome dell’intolleranza ammantata con i precetti di Dio.

Per questo inizieremo acon un breve momento di preghiera ecumenica, alle 15.00 di sabato, il nostro cammino di testimonianza al Pride con le delegazioni del gruppo Nicodemo di Bisceglie, del Progetto Gionata, di Gabriel forum e del Progetto Giovani Cristiani lgbt e con le persone di buona volontà presenti in piazza D’Azeglio, che accoglierà l’inizio del Toscana Pride. Pregheremo tenendoci per mano in cerchio con i nostri pastori, leggeremo i nomi di chi non c’e più e scandiremo insieme le parole del Padre nostro per ricordare che nessuna violenza può essere Mai giustificata, nel nome di Dio e degli uomini…

Percorreremo poi tutto il Toscana Pride con lo striscione Cristiani LGBT in cammino e distribuiremo dei colorati volantini, in italiano ed in inglese, su cui capeggerà l’esortazione biblica “chi potrà mai separarci dall’Amore di Dio” (Romani 8, 39s) accompagnati da suor Stefania Baldini e da alcuni dei pastori che ci sono stati vicini in questi anni.

Quello dei Cristiani LGBT non è un cammino facile ma che può aiutare a buttare giù tanti muri nella società e nella chiesa, noi saremo lì per testimoniarlo insieme ai tanti altri cristiani LGBT, giunti da tutt’Italia, per condividere con noi questo momento.

Un cammino che terminerà domenica 19 giugno quando il gruppo Kairos, insieme ad altri gruppi Cristaini LGBT, si salirà in pellegrinaggio a piedi al Santuario mariano di Boccadirio dove  concluderà, anche quest’anno, il suo cammino di riconciliazione.

Advertisements