29 novembre 2014 a Firenze incontro-laboratorio su “Risolvere il conflitto d’identità: le strategie di integrazione dei gay e delle lesbiche cattolici”

Sabato 29 novembre 2014 a Firenze alle 16.50 Kairos, il gruppo di gay e lesbiche cristiani di Firenze, organizza nel salone della parrocchiale (facilmente raggiungibile in macchina o a piedi dalla stazione di Santa Maria Novella) un incontro-laboratorio con la psicologa Arianna Petilli sul tema “Risolvere il conflitto d’identità: le strategie di integrazione dei gay e delle lesbiche cattolici”.
Secondo i precetti cattolici, gli atti omosessuali rappresentano un peccato contro natura. Come conseguenza, è possibile che gay e lesbiche cattolici percepiscano un forte senso di incompatibilità tra le credenze religiose e la loro identità sessuale. 
Negli anni più recenti, tuttavia, in ambito scientifico è emerso in modo evidente che, al termine di un percorso spesso lungo e doloroso di riconciliazione, per alcune persone, sempre più numerose, sia possibile vivere la propria omosessualità in un’ottica religiosa positiva, giungendo a sviluppare un’identità in cui omosessualità e valori religiosi risultano perfettamente integrati.

Ma come è possibile raggiungere questo risultato? Attraverso quali strategie? Scopriamolo insieme. Al termine dell’incontro, alle 20, consueto apericena in cui ognuno porta qualcosa da condividere con gli altri.

La Psicologa Arianna Petilli di Firenze, dove opera come psicoterapeuta, ha realizzato un’indagine di ricerca, recentemente pubblicata, sul legame tra religione cattolica e percezione dell’omosessualità tra gay e lesbiche.

Coloro che volessero partecipare sono benvenuti. Per saperne di più scrivere a kairosfirenze@gmail.com , vi aspettiamo.
.

PER SAPERNE DI PIU’: “Uno studio fa luce su come il magistero cattolico influenza gay e lesbiche e come una pastorale inclusiva fa la differenza”.
Intervista di Innocenzo Pontillo alla dott.ssa Arianna Petilli