Insieme ad Assisi con la gioia del raccontarsi

Riflessioni di Giulia del gruppo Kairos
.
Sabato 7 e domenica 8 giugno siamo stati con Kairos e gli amici di GabrielForum ad Assisi, per il nostro ritiro prima della pausa estiva: un’occasione speciale per ritrovare se stessi e incontrarsi tra amici che condividono un cammino, lontano dalla solita routine, nel contesto di questa antica città,ricca di storia e di spiritualità.
Per me sono stati due giorni densi di contenuto e di emozioni: tutto è iniziato con la visita all’Eremo delle Carceri, un convento incastonato nella roccia e immerso nei boschi e nel silenzio, dove siamo entrati a visitare gli angusti spazi in cui San Francesco si ritirava in preghiera..Immergendomi nella quiete, camminando per i sentieri stretti a contatto con una natura maestosa e al tempo stesso selvaggia,ho riflettuto e capito fino in fondo l’importanza e la necessità di incontrare prima di tutto me stessa, senza timori né idee precostituite, facendo posto alla fluidità delle mie emozioni e alla meditazione.

Ho compreso in modo chiaro che per trovare se stessi, cosa indispensabile per essere persone “felici”, che “costruiscono la loro casa sulla roccia”,spesso è necessario andare fuori da ciò che già si conosce o si pensa di conoscere , uscire dal solito ambiente e quindi dai soliti pensieri..

Poi, nel tardo pomeriggio, ci siamo recati a piedi a San Damiano, la chiesa dove, secondo la tradizione, San Francesco entrò per pregare e dove il Crocifisso gli si rivolse con parole umane, chiamandolo per nome e invitandolo a “riparare la sua casa” cioè la Chiesa, e trasformò così la sua vita. Abbiamo concluso questa visita con un momento di preghiera all’aperto, in un campo di olivi.

Domenica mattina, dopo un breve giro turistico della città con la nostra guida siamo stati a Messa nella Basilica Superiore,e nel pomeriggio ci siamo salutati dopo aver visitato e pregato nella Porziuncola.

Sono stati molto belli i momenti di condivisione anche, oltre che tra di noi Kairossini, con alcuni ragazzi di Gabriel Forum, che sono stati con noi tutto il tempo

Personalmente ho riscoperto la gioia del raccontarsi, dell’ascoltare attentamente gli altri, ognuno con il proprio bagaglio di esperienze di vita, di fede e di speranze.