Veglia assieme a noi per le vittime dell’omofobia

Giovedì 16 maggio 2013 alle ore 21, a Firenze e in altre 20 città d’Italia, cattolici, battisti, valdesi, apostolici e anglicani si riuniranno in preghiera assieme ai loro fratelli omosessuali per dare vita alla settima veglia di preghiera in ricordo delle vittime dell’omofobia.
“In quanto cristiani non posiamo rimanere indifferenti” ha ricordato uno degli organizzatori. “Quando ancora nella nostra società si verificano episodi di incomprensione, intolleranza talvolta di vera e propria violenza contro le persone omosessuali, occorre una presa di coscienza”.
L’iniziativa organizzata dal Gruppo Kairòs – cristiani omosessuali di Firenze – avrà luogo nella Chiesa della Madonna della Tosse a Firenze (Largo Zoli 1, presso il Parterre).

Le veglie sono una consuetudine ormai che si rinnova dal 2007 quando per la prima volta a proprio a Firenze si decise di pregare insieme a seguito di un tragico evento: Matteo un giovane adolescente si era tolto la vita pochi giorni prima in seguito alle vessazioni dei compagni.

Le Veglie quest’anno si svolgeranno in altre 20 città italiane nel mese di maggio, in prossimità della giornata internazionale contro l’omofobia del 17 maggio. Tutte saranno guidate dallo stesso brano della lettera di Giovanni per ricordarci che “Nell’amore non c’è timore”.

In occasione della veglia di Firenze il Gruppo Kairòs ha inviato una lettera al Cardinale Giuseppe Betori, a tutte le parrocchie cattoliche della città di Firenze e ai pastori delle Chiese protestanti, invitandoli ad unirsi nella preghiera.
All’appello hanno risposto:

La Comunità parrocchiale della Madonna della Tosse
La Parrocchia di S. Andrea in Percussina
La Chiesa Battista di Firenze
La Chiesa Evangelica Valdese di Firenze
La Chiesa Vetero-Cattolica di Firenze
La Chiesa Apostolica di Prato
Pax Christi di Firenze
L’Associazione Fiumi d’acqua viva
La Sezione degli Scout di Firenze del CNGEI (Corpo Nazionale Giovani Esploratori Italiani)