Il 28 novembre 2010 al Queer Festival di Firenze una giornata di film su ‘fede e omosessualità’

Testo di Innocenzo del gruppo kairos

.

Carissimi lo ammetto, galeotto fu il pride di Napoli

Quest’anno mentre il pullman portava un piccolo gruppo di Kairossini di Firenze verso Napoli le nostre strade si sono incontrate con gli organizzatori del FLORENCE QUEER FESTIVAL dell’associazione Ireos di Firenze…

Tra una chiacchierata ed un ‘altra abbiamo parlato delle parrocchie fiorentine che accolgono il cammino del gruppo Kairos, del convegno sull’omofobia che un gruppo cattolico vuol organizzare con Kairos, dell’incontro con padre Alberto Maggi e con suor Jeannine Gramick che organizzeremo in primavera per festeggiare i dieci anni di vita del gruppo.

A questo punto ho lanciato una provocazione agli organizzatori del FLORENCE QUEER FESTIVAL, “possibile che tra le centinaia di film che vengono presentati ogni anno al festival non si riesce a trovare  un’ora da dedicare alla cinematografica che affronta il tema fede e omosessualità”…

Lo ammetto, la cosa mi sta particolarmente a cuore… sono cresciuto praticamente a pane e cinema e devo a un film se ho imparato ad accettarmi come così come sono, gay e cristiano…

A quella chiacchierata ne sono seguite molte altre ed ecco la notizia… il FLORENCE QUEER FESTIVAL di Firenze dedicherà  l’intera giornata di domenica 28 novembre ad una selezione di film e documentari internazionali, alcuni in anteprima per l’Italia, che vogliono raccontare la dicotomia fede e omosessualità, con storie ora ironiche, ora drammatiche, frammenti di vite, volti, emozioni, racconti in immagini che cercheranno di mostrare una realtà sconosciuta hai più, ovvero quella dei credenti omosessuali.

Sei proiezioni a tema accompagnate da un dibattito a più voci in sala per lanciare uno sguardo oltre i soliti luoghi comuni a cui parteciperà anche la dott.sa Arianna Petilli, autrice della ricerca sull’omofobia interiorizzata negli omosessuali cattolici e non.

Secondo me è un occasione da non mancare e a cui tutti siamo invitati a partecipare.

Un’occasione per rileggere attraverso le tante storie che scorreranno sul grande schermo la nostra storia di cristiani che, nonostante tutto, cercano di percorrere un inedito cammino…

Advertisements