I gruppi di cristiani omosessuali italiani al Napoli Pride2010. Le mille declinazioni di una testimonianza

rainbowflagr Articolo tratto da gionata.org del 25 giugno 2010

.

Sabato 26 giugno 2010 al Pride nazionale di Napoli parteciperanno anche i gruppi di cristiani omosessuali italiani, cattolici ed evangelici, per portare la testimonianza del loro cammino.
Lo faranno ‘alla luce del Sole’ con i loro striscioni e portando al collo una piccola croce, unica compagna nel loro cammino quotidiano ed incontrando, per tutta la giornata, gli abitanti della città partenopea nella centralissima Piazza Plebiscito.

Nel gazebo informativo su “fede e omosessualità”, allestito dai gruppi Ponti Sospesi di Napoli e da Nuova Proposta di Roma con volontari giunti da tutt’Italia incontreranno, dialogheranno con donne e uomini, genitori e figli, giovani e meno giovani e con chi vuol sapere, conoscere e capire.

Saranno distribuiti anche numerosi depliant e volantini  realizzati dai gruppi italiani e dai volontari del progetto Gionata perché, come ricorda il depliant ufficiale dell’iniziativa, “Omosessualità e cristianesimo sono due termini che, secondo molti, non possono essere assolutamente conciliati.

Eppure negli ultimi tre decenni tanti uomini e donne, cristiani ed omosessuali, hanno iniziato a incontrarsi per realizzare un cammino di riconciliazione, di crescita umana e spirituale, spesso impossibile nelle loro chiese. Sono nati così i gruppi di cristiani omosessuali che, pur proponendo cammini differenti, cercano di essere dei luoghi di: accoglienza, ricerca, testimonianza”.

Le mille declinazioni del cammino dei gruppi di cristiani omosessuali italiani sono ben visibili nei diversi volantini distribuiti in cui il gruppo Kairos di Firenze ricorda come “per noi la fede cristiana non è un complesso di formule, fatte apposta per dire chi è santo e chi è peccatore, ma un cammino di vita”.  “L’importante”, afferma il gruppo La Fenice di Torino, “è avere voglia di dialogare e confrontarsi”.

Il gruppo Nuova Proposta di Roma sottolinea che i gruppi devono essere un “luogo dove poter crescere insieme e aprire strade nuove per una riconciliazione tra chiesa e persone omosessuali”.

“Una speranza, questa, che”, scrive il Il Guado di Milano nella sua brossure, “ci fa muovere verso i campi dell’amicizia e della fraternità, seguendo le indicazioni del Vangelo che resta, per molti di noi, un preciso punto di riferimento” per essere, come afferma il Bollettino del gruppo La Fonte di Milano, “testimoni di speranza. Chiamati a costruire, dentro la storia”.

Oggi,  ribadisce la REFO (Rete Evangelica Fede e Omosessualità) nel suo depliant, tocca alle chiese cristiane “aprirsi ad una reale accettazione delle persone omosessuali, transessuali”  perché,  come sintetizza efficacemente lo slogan scelto dal gruppo evangelico Varco-Refo di Milano,  “L’amore è amore”.

.

Sfoglia gli stampati distribuiti dai gruppi di cristiani omosessuali al Napoli Pride 2010

0.

I gruppi omosessuali in Italia. Testimonianze e cifre – Depliant (File PDF)

Noi cristiani omosessuali – Cartolina (file PDF)

.

Volantino di Kairòs di Firenze, Volantino 1Volantino 2 (file PDF)

Depliant del Il Guado di Milano (file PDF)

Bollettino ‘Acqua di Fonte’ n.55 del gruppo La Fonte di Milano (file PDF)

Volantino del Varco-Refo di Milano, Volantino 1Volantino 2 (file PDF)

Volantino di Nuova Proposta di Roma (file PDF)

Volantino de La Fenice di Torino (file PDF)


Volantino della REFO, Rete Evangelica Fede e Omosessualità
(file PDF)