‘Ladra’ di Sarah Waters. Storie di donne dalle nebbie di Londra

exlibris Recensione di Dam del gruppo Kairos di Firenze

.

Se mai vi capitasse di avere un attimo libero dagli impegni frenetici della vita quotidiana vi consiglio un libro interessante dal titolo ‘Ladra (ed. Ponte alle Grazie, 2003, 510 pagine) dell’autrice Sarah Waters*.

Mi rendo conto che fa parte delle autrici “di genere” più famose, ma voglio comunque dare il mio contributo, soprattutto perché mi ha lasciato fino all’ultimo con il fiato sospeso.

E’ un romanzo storico, ambientato nella lontana Inghilterra, ed è la storia di una giovane donna orfana che vive di espedienti truffaldini con la sua famiglia di adozione in un sobborgo di Londra e una giovane donna ricca anch’essa orfana ma adottata dallo zio che la prese con se per aiutarlo nella sua passione per la letteratura erotica.

Per un anello di congiunzione le due donne entrano in contatto e pian pian si conoscono a fondo.

La grandezza del romanzo sta nel fatto che l’autrice divide l’opera in due parti facendoci vedere la visione della storia prima con l’una e poi con l’altra.

ladragrandePreferisco con dirvi altro ,vi rovinerei il finale, ma vi lascio una informazione utile per coloro che son troppo stanchi la sera per leggere un libro e vogliono svagarsi dai soliti telegiornali, esiste una versione televisiva del libro, è in inglese ma è sottotitolata in italiano, si chiama Fingersmith, se siete pratiche del famoso Emule lo potete trovare lì (eccovi un assaggio tratto dalla rete) .

:-) buona lettura

.

* Sarah Waters, nata nel Galles nel 1966, ha messo a frutto gli studi e l’attività di ricerca universitari pubblicando tre romanzi storici lesbici, Tipping the Velvet (1998), Affinità (Affinity, 1999, Virago Press; 2004, Ponte alle grazie) e Ladra (Fingersmith, 2003, Virago Press; 2004, Ponte alle grazie).
Nelle opere di Waters sono sì presenti elementi tipici del romanzo storico, ma vi sono anche i tratti tipici della tradizionale storia romantica e dei racconti d’avventura, di suspense o di formazione.
Due caratteristiche accomunano i suoi romanzi: l’ambientazione nell’Inghilterra vittoriana e la presenza, nella fitta rete di storie che costituiscono le complicate trame narrative, di storie d’amore lesbico.