A Firenze abbiamo vegliato insieme per le vittime dell’omofobia

41pMmZFR3RL._SS500_Articolo di Nunzia Notaristefano pubblicato su Riforma del 29 Maggio 2009.

.

Era il 2007 quando,  gli uomini e le donne del gruppo Kairos, cristiani omosessuali di Firenze, lanciavano un appello per pregare per tutte le vittime dell’omofobia, nascevano così le veglie.

Quest’anno la veglia fiorentina per le “vittime dell’omofobia e di tutte le violenze” si è celebrata martedì 12 Maggio per la prima volta nella chiesa Battista di Borgo Ognissanti.

La serata ha visto pregare, fianco a fianco gli omosessuali cristiani del gruppo Kairos e del Ponte di Pisa, i giovani cattolici del gruppo Villa Guicciardini, gli aderenti al punto pace di Pax Christi di Firenze, la comunità evangelica Battista e Valdese, la Fgei (Federazione giovanile evangelica italiana), i vetero-cattolici fiorentini, e catechisti provenienti da diverse parrocchie.

La liturgia a visto una prima parte, quella del buio, in cui nell’oscurità della chiesa sono state lette delle testimonianze negative di cose accadute a omosessuali, il tutto intervallato da alcuni brani di Battiato.

Con la lettura di alcuni passi tratti dal nuovo testamento, piano piano delle candele si sono accese fra i presenti. È così che si è voluto simboleggiare il fatto che noi dobbiamo essere testimoni concreti della nostra fede e quindi essere la luce per altri/e, il pensiero è stato espresso dal pastore Raffaele Volpe.

La seconda parte svolta a questo punto alla piena luce ha previsto delle testimonianze positive di fede di alcuni omosessuali.

C’è stato un momento libero in cui i presenti hanno espresso il proprio pensieri, e così fra le vittime delle ingiustizie si sono potuti ricordare anche i tanti immigrati che arrivano nel nostro paese, ma anche le donne vittime di violenze.

Il canto finale e l’abbraccio di pace hanno concluso la liturgia, ma la serata è continuata intorno a dei dolci ed una tazza di the.

Persone, comunità e fedi diverse si sono incontrate per pregare per ripudiare ogni discriminazione, ogni guerra, ogni ingiustizia, uniti da una fede basata sull’accoglienza e il rispetto per le persone, perché “chi ha paura non è perfetto nell’amore” (Gv 4:18).

.

Per Approfondire

Martedì 12 Maggio 2009, Chiesa Evangelica Battista in Borgo Ognissanti 4, ore 21. Veglia di preghiera per le vittime dell’omofobia e di tutte le violenze  

[ Il manifesto ] [ Il testo completo della liturgia della veglia ] [ Testo dei canti e dei salmi per l’assemblea ] (file pdf)

Annunci