20-21 Dicembre 2008, I gay cristiani toscani riflettono insieme sul “Dio che si fa uomo”

15207489In tempo di Avvento il tema “Gesù si fa uomo, compagno e salvatore di ogni persona” sarà il filo conduttore del ritiro organizzato dal gruppo Kairos di Firenze e dal Ponte di Pisa Sabato 20 a domenica 21 dicembre dai due gruppi di cristiani omosessuali toscani si ritroveranno per riflettere intorno a questo tema.

Il Vangelo offre numerosi esempi sulla natura completamente umana di Gesù. Si narra che, stanco, egli si sedette e bevve da un pozzo (Giov. 4:6). “Gesù scoppiò in un pianto” alla morte di Lazzaro (Giov. 11:35). Straordinario il racconto della sua sofferenza finale come dimostrazione ultima della sua umanità: “Ora la mia anima mia è turbata”, ammise pregando Dio affinché lo salvasse dalla sua morte in croce (Giov. 12:27).
Egli “si prostrò con la faccia a terra e pregava dicendo ‘Padre mio se possibile, passi da me questo calice (di sofferenza e morte) però non come voglio io ma come vuoi tu” (Mt. 26:39). Ciò dimostra che la ‘volontà’, o i desideri di Cristo erano in un certo senso diversi da quelli di Dio.
Infatti la forza della religione cristiana è tutta nella “straordinaria umanità” di Gesù. “Il Dio cristiano, infatti, visita la nostra storia non attraverso i segni di una gloria potente e irresistibile, ma nella forza disarmante di un bambino, di un giovane e di un adulto che, inserendosi nelle vicende travagliate di un piccolo popolo soggiogato dall’impero romano, insegna la verità dell’umano. E proprio in questa umanità di Gesù i cristiani di ogni tempo sono invitati a scoprire un modello felice per la loro esistenza” (Armando Matteo) .

Ecco perchè il tema “Gesù si fa uomo, compagno e salvatore di ogni persona” sarà il filo conduttore dell’incontro in cui gli aderenti al gruppo Kairos di Firenze e al Ponte di Pisa si ritroveranno insieme, sabato 20 a domenica 21 dicembre 2008, per riflettere e confrontarsi insieme in un eremo di pace sulle colline toscane.
L’organizzazione dei vari momenti del ritiro sarà congiunta tra i due gruppi e vedrà anche la partecipazione attiva di ognuno dei partecipanti, in modo che tutti potranno essere autori dei vari momenti previsti (momenti di riflessione, preghiera, lectio divina, santa messa).
Invece un religioso offrirà ai due gruppi una lectio divina che aiuterà ad approfondire questo tema. Infatti il Natale è il momento in cui Dio si fa carne, corpo, uomo come noi, con le nostre fragilità e le nostre speranze…

La convivenza, per il limitato numero di posti disponibili, sarà aperta solo agli aderenti ai due gruppi e non a persone esterne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...